Blog: http://eclipsed.ilcannocchiale.it

Improvvisamente

Improvvisamente, la vita ricomincia a sorridermi.

E mentre scrivo queste parole, capisco che la vita non c'entra niente. Sono io che ho ricominciato a sorriderle!

Vecchi amici che tornano dimostrandoti l'affetto di anni prima, immutato, con un "ehi, io devo abbracciare Rosarione che non vedo da anni!" o con un "stasera sei dei nostri PER FORZA!"
La soddisfazione di essere diventato qualcosa in più di un semplice collega/conoscente per molte delle persone che lavorano con me.
L'orgoglio di essere ritenuto capace di potersi occupare come responsabile (o giù di lì) di un cliente.
E cominciare a parlare con i piani alti dell'azienda, con garbo e ironia, di cinema, crediti per consolidato fiscale e Iphone.
Scoprire che quel meraviglioso sassofono si chiama Baker Street. E delirarci per una settimana col tuo capo, che la mette a metà mattinata dicendo "ti vedo spento, hai bisogno di ascoltarla, vero?".
Capo che mi fa ri-scoprire Stairway To Heaven, e la ascolto, e la riascolto, e penso a quando ero adolescente, al mio proposito di ascoltarla almeno una volta al giorno. E forse lo rifarò... intanto "yes there are two paths you can go by, but in the long run there's still time to change the road you're on."
...e stasera tutti a Villa Ada a vedere Giuliano Palma!!!

Come se tu non ci fossi. Certo che ci sei. Ci sei con i ricordi belli, come le giornate dolcissime o come Costantino, il poeta greco.
E' il viaggio quello che conta.
Sta ricominciando a contare. Ciò vuol dire che sto finalmente sorridendo, giorno dopo giorno, come ho abituato te e tutti coloro che mi sono vicino. E vuol dire che il passato è un dolce ricordo che conservo dentro di me, perché è stato bello e basta.

Ciò che verrà, verrà.

Pubblicato il 11/7/2008 alle 20.18 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web